Premio PA a Colori

Filtri
Resetta
Resetta
Società strumentali a partecipazione pubblica

COMUNITA’ DI PRATICA EUROPROGETTAZIONE (CdPE)

Società strumentali a partecipazione pubblica

COMUNITA’ DI PRATICA EUROPROGETTAZIONE (CdPE)

La Comunità di Pratica Euro-progettazione (CdPE) nasce nel 2023 come luogo di follow-up dei percorsi di formazione sulla progettazione europea erogati da TSM-Trentino School of Management per conto della Provincia autonoma di Trento.

Il progetto CdPE mira, anche nel 2024, a promuovere l’adozione di una metodologia didattica innovativa e digitale insieme ad un modello organizzativo agile e flessibile per l’apprendimento nella PA.

La community sta contribuendo efficacemente allo sviluppo di reti e competenze in materia nella PA trentina.

La CdPE si caratterizza per essere progettata in continuità ed in sinergia con i percorsi formativi già erogati, per l’uso di una metodologia integrata che unisce l’aspetto didattico all’apprendimento esperienziale e per la partecipazione di personale misto proveniente dalla PaT e da Enti collegati che ha permesso di interessare una buona parte del sistema pubblico provinciale, favorendo così la collaborazione interistituzionale territoriale.

Società strumentali a partecipazione pubblica

SEND – Servizio Notifiche Digitali

Società strumentali a partecipazione pubblica

SEND – Servizio Notifiche Digitali

SEND – Servizio Notifiche Digitali è la nuova piattaforma di proprietà della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Progettata e gestita da PagoPA S.p.A. in sinergia con altri attori strategici per lo Stato, rende più veloce, economico e sicuro l’invio e la ricezione delle comunicazioni a valore legale, semplificando il processo di notificazione sia per gli enti della Pubblica Amministrazione e i gestori di pubblico servizio, in qualità di mittenti, che per cittadini, imprese e professionisti destinatari delle comunicazioni.

La piattaforma gestisce automaticamente la notificazione su domicilio digitale e, in assenza di questo, per via analogica tradizionale. È integrata con i sistemi di identità digitale SPID e CIE, con pagoPA e app IO, con la piattaforma PDND Interoperabilità e con INAD, aggiungendo un tassello cruciale all’ecosistema di soluzioni digitali che abilitano l’erogazione di servizi pubblici costruiti attorno alle esigenze delle persone, in ottica inclusiva e sostenibile.

Istituzioni scolastiche - Università e Centri di ricerca

UPO – Valore Pubblico Integrato

Istituzioni scolastiche - Università e Centri di ricerca

UPO – Valore Pubblico Integrato

Il Progetto è consistito nel realizzare un Piano Integrato di Attività e Organizzazione – PIAO, che integra le 5 Linee strategiche su studenti, ricerca, didattica, best practice, mondo produttivo e territorio del Piano Strategico di Ateneo, corrispondenti agli obiettivi di valore pubblico, i quali conformano l’azione di programmazione dell’Ente, in ottica di semplificazione, rispetto ai principali ambiti, tra cui:

– strategie di valore pubblico rispetto agli stakeholder;

– obiettivi di performance;

– allocazione risorse finanziarie;

– misure di trasparenza ed anticorruzione, volte a proteggere il valore pubblico;

– sviluppo del personale;

– sistemi di monitoraggio e assicurazione della qualità.

La programmazione è ricondotta agli obiettivi di valore pubblico anche attraverso un progetto comunicativo (basato su specifici colori), per semplificare la fruizione del documento.

Il PIAO prevede azioni di coprogettazione di attività con il territorio.

Regioni - Enti locali e loro unioni

Il contributo di Intercent-ER all’Agenda 2030 – Rapporto 2021-2022

Regioni - Enti locali e loro unioni

Il contributo di Intercent-ER all’Agenda 2030 – Rapporto 2021-2022

Intercent-ER si propone di rendicontare le attività svolte nel 2021-2022 sotto il profilo del valore creato sul territorio dal punto di vista economico, ambientale e sociale, con particolare riferimento al contributo offerto ai Sustainable Development Goals dell’Agenda 2030. Intercent-ER può infatti fornire un contributo a molti degli obiettivi di sviluppo sostenibile: oltre a razionalizzare la spesa, sviluppa iniziative per la tutela dell’ambiente, per lo sviluppo della comunità, per la digitalizzazione e la crescita delle competenze della PA. E svolge questo ruolo con massima attenzione alla trasparenza e alla partecipazione degli stakeholder, in termini di condivisione delle conoscenze e delle scelte. Per ogni suo ambito di attività, Intercent-ER ha proceduto a: associare i relativi SDGs; identificare il contribuito fornito, correlandolo con le politiche regionali e le priorità degli stakeholder; identificare gli indicatori per misurare la performance; definire gli impegni futuri.

Enti centrali

Piattaforma di Personalizzazione e proattività (P&P)

Enti centrali

Piattaforma di Personalizzazione e proattività (P&P)

La Piattaforma di Personalizzazione e proattività (P&P) è la soluzione tecnologica che l’INPS ha realizzato per proporre agli utenti, in modalità proattiva, servizi ritenuti di interesse sulla base di informazioni già presenti negli archivi dell’Istituto.

La Piattaforma si articola in una componente di front end per censire e configurare le iniziative di proattività, gestirne il workflow approvativo e monitorarne l’andamento, e in una di back end per il processamento dei dati durante tutto il ciclo di vita di erogazione delle iniziative di proattività: a partire dal data injection della platea target, fino alla comunicazione con gli utenti mediante e-mail, sms, o notifiche su AppIO.

All’interno della Piattaforma P&P è in corso di sperimentazione una componente di Machine Learning volta a identificare eventuali servizi/prestazioni da suggerire agli utenti sulla base dello storico delle prestazioni/servizi già richiesti e su logiche di similarità tra i servizi/prestazioni.

Regioni - Enti locali e loro unioni

“CASA TOSCANA: realizzazione di un outpost toscano a San Francisco per il sostegno e la promozione di iniziative imprenditoriali toscane innovative”

Regioni - Enti locali e loro unioni

“CASA TOSCANA: realizzazione di un outpost toscano a San Francisco per il sostegno e la promozione di iniziative imprenditoriali toscane innovative”

Il Consiglio regionale della Toscana, prima regione italiana in assoluto, ha promosso la creazione di un avamposto nella Silicon Valley, culla mondiale dell’innovazione e centro dell’ecosistema globale delle Start-up high tech. Una “Casa Toscana” capace di favorire la promozione del sistema economico, valorizzare il territorio, attrarre investimenti e rispondere ad esigenze di crescita particolarmente sentite dalle realità imprenditoriali toscane ad alto tasso di innovazione.

Tramite il servizio dell’Outpost toscano a San Francisco, viene erogato alle Start Up innovative toscane  un servizio specialistico capace di accelerare il loro sviluppo, promuovendo al contempo il brand Toscana presso gli investitori internazionali, in un contesto economico dinamico e particolarmente attento alle nuove occasioni di investimento.

Regioni - Enti locali e loro unioni

Brescia Digi.T

Regioni - Enti locali e loro unioni

Brescia Digi.T

Il progetto prevede lo  sviluppo del Gemello Digitale, un modello virtuale della realtà cittadina costruito a partire dai dati, che consentirà di analizzare il contesto urbano sotto diverse prospettive.

Esso sarà strumento funzionale alla programmazione e alla pianificazione di interventi nel contesto urbano, permettendo di valutarne gli eventuali impatti e di guidare  l’evoluzione del territorio e dell’intero ecosistema cittadino.

Gestire i territorio in modo “intelligente” significa utilizzare i nuovi strumenti per migliorare ad esempio i servizi di mobilità , di igiene urbana e abilitare il raggiungimento dei futuri piani strategici in materia di sostenibilità ambientale e climatica.

Inoltre, fondamentale, la piattaforma permetterà di continuare nel percorso di attrattività della città come meta turistica valorizzando l’accesso alle esperienze culturali così come attivare simulazioni di scenari correlati a potenziali eventi di crisi.

Regioni - Enti locali e loro unioni

ARPAE: COME Va?

Regioni - Enti locali e loro unioni

ARPAE: COME Va?

Come va? Sembrerebbe una domanda banale, eppure sottende una volontà di mettere al centro la persona. A partire da questa espressione di attenzione all’altro Arpae ha realizzato il progetto di ricerca-azione “ARPAE: COME Va?” che si propone di individuare i Cambiamenti Organizzativi necessari per migliorare l’Engagement e Valorizzare il capitale umano, sulla base degli esiti di due indagini: Benessere Organizzativo (IBO) e Stress Lavoro Correlato (SLC). Il percorso si connota per l’elevato grado di coinvolgimento dei diversi livelli organizzativi. Si è deciso infatti di dare voce all’intero personale, in un ciclo di incontri presso le diverse sedi regionali. L’analisi SWOT ha fornito gli elementi istruttori per tradurre le azioni prioritarie in obiettivi strategici/programmatici, recepiti all’interno del PIAO 2024-2026 di Arpae. Partecipazione attiva, consapevolezza e co-responsabilità, rappresentano gli elementi chiave del progetto, in linea con una “PA accogliente”

Regioni - Enti locali e loro unioni

SALENTO – CONCORSI E INNOVAZIONE

Regioni - Enti locali e loro unioni

SALENTO – CONCORSI E INNOVAZIONE

Il Comune di Lecce è stato tra i primi ad accogliere e ad adeguarsi alla riforma e al nuovo quadro normativo in materia di reclutamento e accesso al lavoro pubblico, procedendo prima all’adozione di un nuovo Regolamento e, successivamente, alla realizzazione di n. 5 procedure concorsuali. In tal modo ha effettuato: un aggiornamento e semplificazione della disciplina in materia di accesso all’impiego; una digitalizzazione di tutte le fasi delle procedure concorsuali; l’introduzione di misure che hanno garantito la parità di genere, l’equità e la partecipazione dei candidati/e con disabilità  o in stato di gravidanza/allattamento.

Significativi sono stati i benefici riscontrati rispetto alla metodologia adottata: tempi brevi di espletamento; buon andamento, trasparenza e imparzialità della P.A.; riduzione rischio contenziosi; par condicio e rispetto del principio del favor partecipationis dei candidati; miglioramento dell’organizzazione e del processo selettivo.

Istituzioni scolastiche - Università e Centri di ricerca

Dati alla mano- i podcast

Istituzioni scolastiche - Università e Centri di ricerca

Dati alla mano- i podcast

Una serie di podcast divulgativi dei dati e dei temi della statistica ufficiale

Regioni - Enti locali e loro unioni

PERSONE AL CENTRO

Regioni - Enti locali e loro unioni

PERSONE AL CENTRO

Il progetto nasce dall’esigenza di alimentare il cambiamento culturale dell’Ente generando un nuovo paradigma: mettere le “persone al centro” per valorizzare coltivare e accrescere i talenti e le persone stesse quale capitale di competenze e di creatività del Comune di Monza, accompagnando costantemente il loro sviluppo, offrendo periodici momenti di incontro e confronto volti a generare un clima organizzativo aperto all’ascolto, collaborativo, attento a far emergere le potenzialità ed esplorare tutto il potenziale attraverso un nuovo stile di leadership adattivo che sia capace di valorizzazione e tutelare il patrimonio di competenze del personale​. Il progetto è focalizzato sulla centralità delle persone come capitale fondante di ogni P.A. attraverso  un clima collaborativo aperto,  una cultura aziendale condivisa, il percepirsi come valore, il riconoscimento delle potenzialità, la messa a servizio reciproco delle competenze valorizzando e coltivando i talenti.

Regioni - Enti locali e loro unioni

PIACENZA PARTECIPA

Regioni - Enti locali e loro unioni

PIACENZA PARTECIPA

Il Comune di Piacenza ha attivato processi di partecipazione dei cittadini alle politiche pubbliche tali da supportare l’amministrazione nel comprendere i bisogni a cui rispondere e compiere conseguentemente scelte migliori. 

Tale strategia è attuata mediante iniziative di partecipazione agli strumenti di programmazione dell’Ente tra cui il Piano Urbanistico Generale e il Bilancio Preventivo dell’Ente, tramite processi partecipati di controllo della qualità dei servizi e infine mediante iniziative inerenti la trasparenza delle decisioni pubbliche.

Istituzioni scolastiche - Università e Centri di ricerca

Dematerializzazione delle prove scritte per lo svolgimento dei concorsi per il personale tecnico amministrativo

Istituzioni scolastiche - Università e Centri di ricerca

Dematerializzazione delle prove scritte per lo svolgimento dei concorsi per il personale tecnico amministrativo

Le recenti modifiche apportate al “Testo Unico sul pubblico Impiego” per l’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza hanno introdotto l’utilizzo di strumenti informatici e digitali per le prove concorsuali garantendo l’adozione di soluzioni tecniche che ne assicurino la pubblicità, l’identificazione dei/lle partecipanti, la sicurezza delle comunicazioni e la loro tracciabilità, nel rispetto della normativa in materia di protezione dei dati personali e nel limite delle risorse disponibili. Il progetto tiene conto della necessità di garantire l’anonimato dei/lle candidati/e tramite l’utilizzo di credenziali casuali, permettere la correzione online delle prove e l’identificazione solo a valutazione avvenuta. In collaborazione con altri Atenei, è stato ideato un modello di gestione dematerializzata delle prove scritte che ha portato allo sviluppo di approcci tecnologici facilmente adattabili alle consolidate piattaforme Moodle e ai sistemi di archiviazione già in uso in Ateneo

Regioni - Enti locali e loro unioni

REINGEGNERIZZAZIONE DEI PROCESSI

Regioni - Enti locali e loro unioni

REINGEGNERIZZAZIONE DEI PROCESSI

Con la reingegnerizzazione di 23  processi il Comune di Parma ha adottato uno strumento organizzativo strategico volto a ridisegnare, semplificare e ottimizzare i flussi di lavoro per massimizzare la sua efficienza operativa. Attraverso l’analisi puntuale dei flussi di lavoro in essere e l’identificazione delle aree di miglioramento l’Ente intende rinnovare i principali processi eliminando le criticità, riducendo i costi e i tempi del ciclo, implementando la digitalizzazione.

Istituzioni scolastiche - Università e Centri di ricerca

Progetto sistema SysAid: Soluzione innovativa per supporto amministrativo e operativo in materia di appalti e contratti pubblici

Istituzioni scolastiche - Università e Centri di ricerca

Progetto sistema SysAid: Soluzione innovativa per supporto amministrativo e operativo in materia di appalti e contratti pubblici

Il progetto sviluppato dalla Direzione acquisti, appalti e patrimonio (DAAP) dall’Università degli Studi di Cagliari, nasce con l’obiettivo di strutturare un servizio di service-desk finalizzato a supportare il personale e le strutture dell’Ateneo, preposte a diverso titolo all’affidamento di contratti pubblici, nelle attività di programmazione e gestione giuridico/amministrativa e operativa delle procedure, a garanzia dell’efficienza, dell’efficacia, degli standard di qualità dell’azione amministrativa e della omogeneità dei procedimenti. Il progetto, attraverso l’utilizzo di una piattaforma di ICT comune, assicura il supporto per l’applicazione della normativa nel settore degli appalti pubblici, all’interno di un più ampio programma di semplificazione, dematerializzazione e digitalizzazione delle procedure. Rafforza inoltre la knowledge base dell’intero Ateneo in tema di appalti, connettendo diversi settori e rendendo condivise conoscenze e competenze, incrementandone la portata.

Regioni - Enti locali e loro unioni

Il processo di apertura dei dati ambientali in ARPA Puglia – Dagli Open Data al Geoportale

Regioni - Enti locali e loro unioni

Il processo di apertura dei dati ambientali in ARPA Puglia – Dagli Open Data al Geoportale

ARPA Puglia si avvale di sistemi informativi per la gestione di dati ambientali di elevato valore che rappresentano la base per creare nuovi servizi digitali di monitoraggio del territorio. La valorizzazione del patrimonio informativo pubblico è pertanto obiettivo strategico per favorire il processo di apertura degli Open Data, fattore abilitante per facilitare la Trasformazione Digitale ed il riuso di informazioni ambientali.

Il percorso di apertura dei dati, già avviato in ARPA Puglia nel corso del 2023 e tuttora in corso di esecuzione, pone per l’Agenzia le fondamenta per importanti cambiamenti di natura organizzativa, tecnologica ed amministrativa, rendendo possibile un aumento delle potenzialità nell’impiego e nel riuso dei dati geografici e territoriali della Regione, rappresentando questi un essenziale strumento di supporto alle decisioni per promuovere la trasparenza dell’azione amministrativa ed i dati del monitoraggio ambientale attraverso la pubblicazione su un Geoportale

Regioni - Enti locali e loro unioni

Il Patto Sociale per Parma

Regioni - Enti locali e loro unioni

Il Patto Sociale per Parma

Il Patto Sociale per Parma è uno strumento per connettere l’Amministrazione, le Aziende Sanitarie e tutti gli stakeholder del Territorio (Cooperazione, Terzo Settore, Volontariato, Enti pubblici e privati, Fondazioni, Imprese) nelle politiche di welfare uscendo dalle logiche prestazionali per costruire progetti di comunità mediante coprogrammazione, coprogettazione e condivisione di risorse e idee. Si prefigge di evitare ridondanze e sprechi senza trascurare determinati bisogni, di costruire una rinnovata integrazione socio-sanitaria, progetti in base “alla domanda” e ai bisogni dei cittadini, di promuovere l’innovazione sociale, di potenziare trasversalità e intersettorialità e di riconoscere il valore relazionale ed economico delle imprese sociali e delle reti civiche informali.E’ coordinato da una Cabina di Regia, presieduta dall’Assessore al Welfare e composta da Aziende Sanitarie, Università, Terzo Settore, CSV, cooperazione, Sindacati e altri componenti a seconda delle necessità.

Regioni - Enti locali e loro unioni

L’acqua non va pe l’insù

Regioni - Enti locali e loro unioni

L’acqua non va pe l’insù

Ideato e promosso da ATA Rifiuti «L’acqua non va per l’insù» è un progetto di networking per la riduzione degli imballaggi monouso in plastica, l’utilizzo consapevole dell’acqua e la valorizzazione delle fonti locali attraverso il coinvolgimento partecipativo dei cittadini, delle imprese e degli Enti. Con un doppio obiettivo: da un lato, fare bene all’ambiente, prevenendo la proliferazione dei rifiuti plastici e, dall’altro, conoscere e valorizzare le città del territorio, grazie alla mappa che mette in rete fontanelle dell’acqua pubblica, “casette dell’acqua” ed esercizi commerciali in cui cittadini e turisti possono bere acqua pubblica e riempire la propria borraccia. In questo modo si potrà scoprire il territorio percorrendo le vie dell’acqua, a beneficio dell’ambiente.

Il simbolo della campagna è la borraccia griffata. Per averla non serve denaro, ma basta un proprio ricordo su una delle tante fontanelle della propria città che sarà raccolto nei locali nel diario d’acqua.

Regioni - Enti locali e loro unioni

Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche (PEBA) 2.0: Innovazione attraverso l’Intelligenza Artificiale

Regioni - Enti locali e loro unioni

Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche (PEBA) 2.0: Innovazione attraverso l’Intelligenza Artificiale

Il Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche (PEBA) rappresenta un impegnoL’obiettivo è di creare una sezione dedicata ai questionari online sul sito web. I questionari online rappresenteranno uno strumento essenziale per rilevare il grado di soddisfazione, le criticità e le aree di miglioramento identificate e suggerite dai cittadini. Pianifichiamo di sponsorizzarli attraverso il sito web istituzionale, i canali social media dell’Ente e tramite campagne pubblicitarie mirate in città. Lo scopo è di coinvolgere il maggior numero possibile di cittadini, inclusi coloro che potrebbero essere direttamente interessati dalle barriere architettoniche.

Regioni - Enti locali e loro unioni

Aspal Academy

Regioni - Enti locali e loro unioni

Aspal Academy

L’Agenzia Sarda per le Politiche Attive del lavoro – ASPAL, con l’Academy avvierà un processo di formazione innovativo dove i dipendenti assumono un ruolo attivo, condividendo le proprie competenze. L’ Academy  diverrà strategica nei processi di formazione e apprendimento attraverso la diffusione di una cultura organizzativa in cui la conoscenza, integrata con l’attività lavorativa, è il motore dello sviluppo. La finalità dell’Academy è organizzare percorsi formativi di alto livello grazie a personale con elevate competenze tecniche e trasversali. L’Academy avrà anche un proprio logo, un gruppo di “tutor” per facilitare gli apprendimenti e la creazione di una community interna. La qualità della formazione è garantita dall’erogazione del percorso “Formazione formatori” ai dipendenti che intendano acquisire il ruolo di docenti interni. Il percorso svilupperà le competenze trasversali proprie del ruolo di formatore e quelle relative al brand, all’etica e allo stile ASPAL.

Regioni - Enti locali e loro unioni

Comune di Trieste online: il digitale per tutti

Regioni - Enti locali e loro unioni

Comune di Trieste online: il digitale per tutti

Il Comune di Trieste ha rielaborato gli obiettivi del Decennio Digitale Europeo in chiave locale mettendo a disposizione risorse proprie e beneficiando di fondi PNRR per dar vita a progetti interconnessi.

Gli interventi e le ricadute sono molteplici:

  • aumentare il numero di servizi digitali offerti rendendoli sempre più semplici, accessibili, sicuri, immediati;
  • affiancare il cittadino e permettergli di superare il digital divide facendogli conoscere le opportunità che i servizi digitali offrono, rendendolo sempre più consapevole nell’utilizzo degli stessi;
  • ridurre il traffico veicolare e il consumo di carta poiché un cittadino attivo online, non necessita di raggiungere gli sportelli fisici e può relazionarsi con la PA in qualsiasi momento e da qualsiasi luogo;
  • introdurre nuove modalità organizzative ispirate al Project Management all’interno del Comune per garantire una gestione più efficiente e dinamica delle risorse.
Regioni - Enti locali e loro unioni

BuoniSpesa

Regioni - Enti locali e loro unioni

BuoniSpesa

BuoniSpesa è una piattaforma innovativa, pensata e progettata dal team di esperti di Lascaux, per semplificare e agevolare le Amministrazioni Comunali nel processo di erogazione dei buoni spesa a supporto dei cittadini e spendibili presso gli esercenti convenzionati. Nasce come supporto per quegli enti locali che hanno adottato politiche volte a favorire l’economia di prossimità (negozi, GDO, etc) a fronte delle difficoltà economiche causate dalla recente pandemia da COVID-19. Nata nel 2020 quando il Comune di Bibbiena ed i tecnici di Lascaux pensano di digitalizzare il processo, completamente cartaceo, che permetteva di consegnare dei buoni ai cittadini.
Oggi il sistema BuoniSpesa ha già ottenuto risultati straordinari, con più di 213.690 voucher emessi, un valore complessivo erogato di oltre 3.572.295€, 18 campagne sostenute, 7.817 beneficiari e 1.027 esercenti convenzionati. Il sistema, anche post covid, è utilizzato per supportare le famiglie e le attività commerciali locali.

Enti centrali

Uffici di prossimità

Enti centrali

Uffici di prossimità

Il progetto «Uffici di Prossimità» si colloca originariamente nel contesto dell’obiettivo tematico 11 del PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020. L’iniziativa, avviata nel 2018 dalla Direzione generale per il coordinamento delle politiche di coesione, e transitata nel 2022 sul POC al PON (Asse 1 – Azione 1.2.2) è finalizzata alla creazione di sportelli in grado di offrire un servizio completo e integrato di orientamento e consulenza ai fini della trasmissione ai Tribunali degli atti in materia di volontaria giurisdizione, decongestionando, l’accesso ai Tribunali attraverso la collaborazione e il coinvolgimento degli Enti locali e il supporto degli strumenti informatici. Il progetto nasce per avvicinare i cittadini all’Amministrazione della Giustizia, delocalizzando attività che in passato erano disponibili esclusivamente presso gli Uffici giudiziari mediante la creazione dei c.d. «Sportelli di prossimità» i quali offrono servizi di orientamento e consulenza ai cittadini.

Istituzioni scolastiche - Università e Centri di ricerca

4SMART

Istituzioni scolastiche - Università e Centri di ricerca

4SMART

Avviato nel 2023, 4SMART è un’iniziativa laboratoriale di ricerca e formazione focalizzata sull’analisi «smart» di dati sul comfort ambientale (temperatura, inquinamento acustico, qualità dell’aria, elettrosmog, ecc.) all’interno di spazi degli Atenei, attraverso un «ecosistema sperimentale» di misure derivate da sensori che sfruttano le potenzialità dell’IoT e Cloud.  I dati raccolti sono stati in seguito elaborati, condivisi e confrontati con gli Atenei (UniTO; Sapienza; Aquila; Reggio Calabria;Piemonte Orientale e Co.In.Fo) coinvolti al progetto al fine di trarre informazioni utili al miglioramento della qualità dei servizi agli studenti, dell’efficienza nella gestione degli spazi e del risparmio energetico. 4SMART contribuisce agli obiettivi di sostenibilità a lungo termine degli Atenei attraverso l’implementazione di pratiche operative efficienti e la riduzione dell’impatto ambientale, creando e sviluppando competenze nell’analisi del dato e in ambito di tecnologie innovative.

Strutture della sanità pubblica

ASLTO3 INNOVATION HUB

Strutture della sanità pubblica

ASLTO3 INNOVATION HUB

L’ASLTO3 Innovation Hub è un polo di governo della ricerca e dell’innovazione; nasce nell’ambito della struttura semplice Ricerca e Innovazione, in staff alla Direzione Generale. Tra le sue attività vi sono: coordinamento della Commissione Aziendale Governance Attività di Ricerca e Innovazione; network con università, enti e poli di innovazione; diffusione delle competenze digitali e percorsi di lean management; promozione delle attività di telemedicina; supporto al project management di progetti innovativi come il Laboratorio Aziendale di Radiomica (IA) e altri progetti finanziati (tra cui PNRR, progettazione europea, ricerche di sviluppo sperimentale); sviluppo organizzativo tramite la creazione di una  sezione nell’ambito della pagina intranet aziendale in cui i professionisti creano un profilo; lancio dell’Innovation Awards per valorizzare le eccellenze tramite forma di benevola competizione; supporto allo sviluppo del chatbot a supporto dell’utilizzo della piattaforma ECM.

Enti centrali

Il processo di onboarding dedicato al personale neoassunto: una leva per promuovere una cultura organizzativa centrata sulle persone

Enti centrali

Il processo di onboarding dedicato al personale neoassunto: una leva per promuovere una cultura organizzativa centrata sulle persone

Nell’ottica di strutturare un insieme di policy per la valorizzazione e lo sviluppo delle professionalità, la Direzione Risorse Umane dell’Istat ha avviato una sperimentazione finalizzata alla messa a sistema di nuove modalità di governo dei processi di inserimento del personale coerenti con gli obiettivi strategici di realizzare un Sistema delle competenze e integrare la Responsabilità Sociale nelle procedure di Istituto.

A valle della sperimentazione realizzata, alla luce dei riscontri ricevuti e avendo pienamente riconosciuto l’importanza strategica del processo di onboarding dedicato al personale in ingresso, l’Istituto ha consolidato e messo a sistema un percorso volto ad accompagnare e sostenere il processo di inserimento nella nuova realtà lavorativa e a raccogliere elementi conoscitivi fondamentali per indirizzare le scelte sulla collocazione del nuovo personale all’interno delle diverse strutture organizzative dell’istituto in coerenza con il profilo di competenze posseduto.

Regioni - Enti locali e loro unioni

JOB SARDEGNA 2024

Regioni - Enti locali e loro unioni

JOB SARDEGNA 2024

Il Job Day Sardegna è un ciclo di eventi territoriali, progettato dalla Direzione Generale ASPAL la cui complessa organizzazione è supportata dai Centri per l’Impiego della Sardegna.​ Il progetto mira a rafforzare ulteriormente il processo di qualificazione dei servizi pubblici per il lavoro presenti sul territorio, rinsaldando le reti territoriali per il lavoro, previste dal nuovo approccio del Programma G.O.L. – Garanzia Occupabilità Lavoratori, quale parte integrante del PNRR.​ Il Job Day si rivolge in primo luogo ai cittadini e alle imprese del territorio, ma anche agli Istituti superiori, agli Enti di istruzione e formazione e ai portatori di interesse. I Job Day Sardegna sono un moltiplicatore di opportunità: riuniscono in un unico spazio/tempo tutte le occasioni di accrescere la propria occupabilità attraverso percorsi di orientamento, informazione e formazione e, in ultimo, di crescita personale.

Regioni - Enti locali e loro unioni

GIGA-FVG

Regioni - Enti locali e loro unioni

GIGA-FVG

Giga FVG è la soluzione informatica creata da Insiel e fondata sul protocollo di intesa tra la Regione Friuli Venezia Giulia, Prefettura di Trieste e Direzione Investigativa Antimafia, che digitalizza le attività di controllo e di verifica sui cantieri e sui dati inseriti da stazioni appaltanti e operatori economici.

Il sistema integra i diversi sistemi informatici regionali utilizzati in materia di appalti e quelli dei soggetti che esercitano le funzioni di controllo, mettendo a disposizione un ambiente unico, condiviso e coerente di strumenti applicativi innovativi ed una base dati centralizzata, al fine di rendere più efficiente e rapida l’attività di controllo nei cantieri grazie all’utilizzo di strumenti smart (lettura QR Code/ tag RFID), disponibili H24 e accessibili sul web e dispositivi mobili

La soluzione consente un modo di operare nuovo, ottimizzato, che supera il cartaceo e consente una notevole riduzione di tempi e costi che le verifiche e i controlli comportano.

Regioni - Enti locali e loro unioni

Ottimizzazione dei consumi

Regioni - Enti locali e loro unioni

Ottimizzazione dei consumi

Parma è stata selezionata tra le 100 città europee afferenti alla missione EU per città smart e climaticamente neutre al 2030. Pertanto, l’Amministrazione ha messo in campo un mix di azioni concrete per ridurre i consumi attraverso efficientamento degli edifici, innovazione tecnologica ed energie rinnovabili. A partire dall’elaborazione del quadro conoscitivo dei consumi di edifici ed asset comunali, sono state realizzate le seguenti attività, alcune tutt’ora in corso di sviluppo:

  • analisi potenziale solare della città attraverso droni e algoritmi semi-automatici;
  • analisi per l’implementazione di contratti EPC sugli edifici, PPP sui parcheggi da strutturare con pensiline fotovoltaiche;
  • analisi completamento della rete di illuminazione pubblica a FULL LED;
  • implementazione misure gestionali sulla climatizzazione;
  • creazione e sviluppo CER;
  • analisi potenziale geotermico della città;
  • progetto sperimentale sulla ottimizzazione energetica predittiva presso due scuole.
Associazioni riconosciute e fondazioni

Dipartimento Testa Collo e Neuroscienze – ASUFC: visione e primi risultati del modello organizzativo fondato sull’umanizzazione delle cure

Associazioni riconosciute e fondazioni

Dipartimento Testa Collo e Neuroscienze – ASUFC: visione e primi risultati del modello organizzativo fondato sull’umanizzazione delle cure

Burrai et Al. (2020) definisce l’umanizzazione delle cure come strategia per rispondere in modo innovativo e sinergico ai bisogni di salute della popolazione, adeguando le risposte assistenziali sul piano clinico-assistenziale e organizzativo-gestionale. Il Dipartimento Testa Collo e Neuroscienze di ASUFC applica tale strategia attraverso un modello organizzativo fondato su 4 aree di sviluppo: Ricerca, Formazione, Clinico-assistenziale, Valutazione. I primi risultati sono: creazione di team multidisciplinari; creazione di un sistema di formazione dipartimentale per il trasferimento di competenze tecniche, organizzative e relazionali tra professionalità (multidisciplinarità); attivazione del nucleo dipartimentale per attività di ricerca scientifica su temi  trasversali e di medicina traslazionale; apertura del servizio di week surgery; telemedicina; utilizzo in fase sperimentale da parte delle specialità chirurgiche di una apparecchiatura radiografica innovativa intraoperatoria.

Regioni - Enti locali e loro unioni

LA CITTA’ FUTURA

Regioni - Enti locali e loro unioni

LA CITTA’ FUTURA

ll Comune di Piacenza ha messo in campo una serie di azioni per riprogettare il territorio urbano al fine di applicare, a partire dall’ente locale, i diversi ambiti tematici della rivoluzione verde e della transizione ecologica promosse con l’Agenda 2030. 

In tale ottica sono stati sviluppati una serie di progetti che vogliono coniugare la sostenibilità dell’agire quotidiano del cittadino con la riqualificazione e la rigenerazione urbana in modo da coinvolgere trasversalmente la cittadinanza e in particolare le giovani generazioni.

I progetti in corso sono i seguenti:

  1. APO – Tornare A PO
  2. Strategia #PLASTICFREE
  3. LAB.T.E.C. Piacenza e Transition Days
  4. Ecoattivi
  5. Piacenza 2030 – GIOVANE CITTÀ FUTURA
  6. Linee Guida Street Art
  7. Progetto UAU PC
  8. Progetto #Ontheroad
Regioni - Enti locali e loro unioni

COMUNE ATTRAENTE: A BORDO…!

Regioni - Enti locali e loro unioni

COMUNE ATTRAENTE: A BORDO…!

Il progetto mira alla valorizzazione delle risorse umane con le seguenti azioni: 

realizzazione di concorsi con modalità innovative con il coinvolgimento di esperti in valutazioni psico-attitudinali o di uno psicologo del lavoro, per accertare le competenze psico-attitudinali dei candidati;

– percorso di accompagnamento dei nuovi assunti, centrato sulla formazione e realizzato con i tutor interni all’Ente;

– iniziative di talent attraction, con la possibilità di assumere giovani laureati con contratti di apprendistato e studenti under 24, che abbiano concluso gli esami del piano di studi con contratti di Formazione e lavoro, mediante convenzioni con le Università del territorio ed in particolare con il Politecnico di Milano – Polo di Piacenza e Università del Sacro Cuore – sede di Piacenza;

–  nuova disciplina sul lavoro agile e da remoto per un migliore bilanciamento vita-lavoro per tutti i/le dipendenti.

Province

PAT4street

Province

PAT4street

Il progetto PAT4street nasce dal bisogno di accrescere l’attrattività della pubblica amministrazione e la retention dei dipendenti, con particolare riferimento ad un settore tecnico-operativo come il Serv. Gestione strade. Il progetto mira a sviluppare una cultura organizzativa dell’accoglienza e del benessere in un’ottica sistemica, attraverso azioni volte a sostenere la talent acquisition e la retention del personale. Di seguito le 10 linee di azione su cui si sviluppa il progetto:

  1. Nomina delle figure di caposquadra tramite assessment center
  2. Campagna informativa sul progetto
  3. Concorso per assunzioni con contratto formazione lavoro under 32
  4. Onboarding dei nuovi dipendenti
  5. Programma di mentoring per neoassunti e reverse mentoring
  6. Formazione dei nuovi assunti (mentee)
  7. Formazione di mentor e tutor
  8. Monitoraggio dell’inserimento
  9. Supporto continuo – Servizio di ascolto e supporto
  10. Campagna attrattiva ‘Crescere insieme’
Piccole e media imprese innovative e start up (come da art.4 del D.L.N.3/2015 esclusa la previsione di cui al c. 1 lettera d)

Progetto ELDERLY BEC

Piccole e media imprese innovative e start up (come da art.4 del D.L.N.3/2015 esclusa la previsione di cui al c. 1 lettera d)

Progetto ELDERLY BEC

La nostra visione è di un futuro in cui gli anziani godono della libertà e della tranquillità sapendo che l’assistenza sanitaria è immediatamente accessibile e personalizzata. Il progetto ELDERLY BEC contribuisce alla trasformazione digitale del settore sanitario, colmando le lacune nell’assistenza agli anziani, ottimizzando i processi di soccorso e riducendo i tempi di intervento. In Italia, con oltre il 43% degli anziani che dichiara almeno una patologia grave, ELDERLY BEC offre un’innovativa risposta, focalizzandosi sull’accessibilità, la sicurezza e l’efficienza. Utilizzando tecnologie avanzate, offre un’assistenza personalizzata e tempestiva, superando le barriere tecnologiche comuni tra gli anziani. Con l’idea di una “data page” intuitiva e integrata in dispositivi indossabili, supera le barriere linguistiche e cognitive durante l’emergenza. ELDERLY BEC rappresenta un importante passo avanti nell’assistenza sanitaria, offrendo vantaggi economici e sostenibilità ambientale

Regioni - Enti locali e loro unioni

Luci F.E.R

Regioni - Enti locali e loro unioni

Luci F.E.R

I quadri elettrici stradali della pubblica illuminazione, faranno da nuovi nodi nello sviluppo di una rete comunale aggregata ricca di sensori (IoT) per gestire tutti i servizi del comune al fine di creare una completa ed efficiente infrastruttura per il trasporto delle informazioni cittadine. Si potranno quindi ottenere su un network server consumi idrici, gestione illuminazione, rifiuti, parcheggi, pannelli digitali, parametri ambientali, verde pubblico e qualsiasi altra necessità che il comune dovesse avere. Il progetto mira all’uso della fonte energetica rinnovabile (F.E.R), ridurre i consumi e con l’accumulo fornire energia verde la notte alla pubblica illuminazione. Il punto luce, oltre a garantire effetti dinamici e risparmi con il LED, sarà polifunzionale, il driver sul corpo illuminante sarà in grado di comunicare puntopunto con tecnologia LoRaWan. In queste condizioni l’infrastruttura sarà un vettore strategico di innovazione tecnologica a servizio della comunità.

Multiutility

Fai tutto da Sol

Multiutility

Fai tutto da Sol

A partire da gennaio 2024 i cittadini del territorio servito da Veritas, circa 940mila abitanti dislocati in 51 Comuni della provincia di Venezia e parte di quella di Treviso, possono attivare o volturare online contratti del servizio idrico integrato e del servizio di igiene ambientale, in qualsiasi momento e comodamente da casa. La procedura web è dinamica e personalizzata in base al Comune dove è richiesta la fornitura, al servizio e alla tipologia di contratto richiesto, domestico o commerciale. L’accesso tramite SPID permette la trasmissione diretta dei dati dell’intestatario del contratto, senza rischio di refusi e senza dover allegare documenti d’identità. Nei primi tre mesi, l’84% degli utenti che ha utilizzato la funzione online ha impiegato pochi minuti per richiedere l’attivazione di un nuovo contratto

Istituzioni scolastiche - Università e Centri di ricerca

Magazine LEI

Istituzioni scolastiche - Università e Centri di ricerca

Magazine LEI

Il Career Service dell’Università Ca’ Foscari Venezia ha ideato nel 2017 un progetto dedicato all’occupabilità delle donne, il Progetto LEI (Leadership, Energia e Imprenditorialità).
Dal 2020, nell’ambito di questa iniziativa, viene pubblicato un Magazine quadrimestrale, LEI, che si rivolge al pubblico degli studenti, ma anche alle aziende partner, ai docenti e al Personale Amministrativo di Ca’ Foscari. Il Magazine racconta le attività promosse dal LEI, i progetti aziendali più innovativi a sostegno della Diversity and Inclusion, i profili di professioniste provenienti da diversi ambiti; sono presenti approfondimenti sull’occupabilità delle donne, sulle soft skills per il mondo del lavoro, sui diritti e sul benessere lavorativo. La rivista ha cadenza quadrimestrale. Tutti i numeri sono consultabili in formato digitale attraverso il sito www.unive.it/lei e in formato cartaceo.

Istituzioni scolastiche - Università e Centri di ricerca

UNIversale

Istituzioni scolastiche - Università e Centri di ricerca

UNIversale

Il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università della Campania Luigi Vanvitelli ha inteso sperimentare un approccio alla “progettazione universale” finalizzato a realizzare spazi, programmi, piattaforme, servizi accessibili a tutti, ciascuno con le proprie esigenze, capacità e bisogni, in modo da favorire la creazione di un ambiente culturale e sociale open.

La progettazione universale ha stimolato il cambiamento, quale capacità di trasformare i bisogni in soluzioni innovative a beneficio della qualità e della funzionalità per tutti.

In linea con la Dichiarazione ONU sui “Diritti delle persone con disabilità”, che rilancia in modo innovativo i concetti dell’Accessibilità e della Progettazione Universale, con la collaborazione attiva e proficua di associazioni di disabili, sono stati sviluppati i progetti: della biblioteca di Palazzo Melzi; del nuovo corso di laurea magistrale in Giurisprudenza a ciclo unico fruibile completamente on line.

Regioni - Enti locali e loro unioni

Sm@rtScreening

Regioni - Enti locali e loro unioni

Sm@rtScreening

Sm@rtScreening è una piattaforma digitale multicanale che agevola la conoscenza e l’accesso agli screening oncologici, grazie a comunicazioni digitali, accessibili e disponibili h24: telefonate automatiche, SMS, email, chatbot e voicebot per fornire informazioni qualificate e consentire la gestione dell’appuntamento; video personalizzati accessibili dalla lettera cartacea per approfondire
le modalità di screening. I cruscotti di Business Intelligence permettono
la piena tracciabilità dei dati, anche in tempo reale.
Sono in attivazione anche i canali WhatsApp e AppIO.

Enti centrali

SIISL

Enti centrali

SIISL

Piattaforma a supporto dell’incontro domanda e offerta di lavoro, integrata con gli operatori pubblici e privati, del mercato del lavoro e della formazione, sviluppata nell’ottica della cooperazione tra Ministero del Lavoro, INPS, Comuni, Servizi Sociali, CPI, Regioni, Agenzie per il lavoro ed Enti formatori.

Strutture della sanità pubblica

Progetto PEAR – Piano Energetico AUSL Romagna

Strutture della sanità pubblica

Progetto PEAR – Piano Energetico AUSL Romagna

Lo scopo principale del Piano è l’abbattimento delle emissioni del patrimonio edilizio dell’AUSL Romagna (più di 50 edifici di cui 13 ospedali, per 800.000 m2 di superficie utile; oltre 30 già riqualificati: nessuno verrà lasciato indietro): per raggiungere questo obiettivo si è adottata una strategia che integra efficienza energetica (più di 20 diverse azioni già applicate, tra cui 7 impianti di cogenerazione, 7.000 m2 di cappotti termici, 3.000 m2 sostituzione infissi, 150 nuovi motori, inverter, caldaie a condensazione, oltre 30.000 LED), fonti rinnovabili (più di 20 impianti fotovoltaici per 2 MWp di potenza già realizzati) e mobilità sostenibile (10% elettrico, 50% a gas/gpl, attività in corso).

Sono stati inoltre attivati numerosi progetti di innovazione (nuovi edifici ad alta efficienza, demo-ricostruzioni NZEB, progetto del Nuovo Ospedale di Cesena certificato LEED Gold), combinando risorse economiche di origine nazionale, regionale ed europea, di fonte pubblica e privata.

Province

Frauen in Führung! – Donne Leader!

Province

Frauen in Führung! – Donne Leader!

La Provincia autonoma di Bolzano nel Piano triennale delle azioni positive per il triennio 2021-2023 ha inserito diverse iniziative a favore delle pari opportunità e della parità di genere, in particolare il progetto “Donne Leader!”. Con questo progetto si vuole accompagnare le donne dirigenti dell’Amministrazione nella creazione di una rete professionale, che funga da supporto nei percorsi di carriera. Il progetto si propone di promuovere anche il sostegno e il rafforzamento reciproco, lo scambio professionale, il perseguimento di obiettivi comuni e di aumentare la visibilità e l’efficienza delle donne dirigenti. Un altro aspetto importante è il mantenimento nel tempo della rete creata.

Attività svolte:

  1. Incontri di rete – intervisione
  2. Creazione di reti attraverso la partecipazione ad eventi/convegni organizzati da terzi
  3. Interventi di formazione specifica
  4. Partecipazione al processo di redazione di documenti strategici di pianificazione
  5. Comunicazione e sensibilizzazione
Regioni - Enti locali e loro unioni

Bergamo In Chiaro

Regioni - Enti locali e loro unioni

Bergamo In Chiaro

È online www.BergamoInChiaro.it, la piattaforma web che racconta la città e i suoi cambiamenti attraverso dati, numeri e trend.

Promosso dal Comune di Bergamo e realizzato dalla società di data intelligence INTWIG, Bergamo In Chiaro è un progetto nato come strumento di comunicazione con l’obiettivo di mostrare in maniera semplice le azioni compiute dall’Amministrazione comunale e i cambiamenti in atto in città. Per favorire la chiarezza della narrazione, il progetto organizza le principali azioni del Comune in otto macro categorie: ambiente, cultura, sicurezza, innovazione, mobilità, sviluppo del territorio, qualità urbana e persone e bisogni.

Bergamo In Chiaro coinvolge i canali social comunali, vetrina dei risultati e delle elaborazioni del progetto.

E infine, quest’anno, Bergamo In Chiaro è anche podcast: in 10 puntate da circa 25’ l’una, il cittadino Massimo incontra persone che racconteranno come è organizzata la città, dalla Polizia Locale ai temi ambientali.

Istituzioni scolastiche - Università e Centri di ricerca

Il Sustainability Plan dell’Università degli Studi di Cagliari e il Progetto pilota di Energy Saving nel Palazzo del Rettorato.

Istituzioni scolastiche - Università e Centri di ricerca

Il Sustainability Plan dell’Università degli Studi di Cagliari e il Progetto pilota di Energy Saving nel Palazzo del Rettorato.

L’Obiettivo di trasformare l’Università di Cagliari (UniCA) in una realtà più sostenibile si è concretizzato attraverso più attività coordinate per un nuovo approccio nell’agire da parte di una realtà complessa quale l’università.La diffusione di pratiche più rispettose della Sostenibilità orienta l’Ateneo nella formulazione di una strategia condivisa nel Piano di Sostenibilità di UniCA,in particolare nel Progetto pilota di Energy Savingcorredato da un Vademecum per l’uso efficiente dell’energia e dalla diffusione di stickers sulle buone pratiche per il risparmio energetico-ha preso come “Caso Studio” il Palazzo del Rettorato ad altissima densità di personale tecnico-amministrativo dell’Ateneo.Il Palazzo è rimasto chiuso tutti i venerdi da giugno a dicembre 2023 e il personale ha lavorato in smart working o presso altre sedi dell’Università per consentire il completamento del monitoraggio ed effettuare un confronto dei consumi rispetto allo stesso periodo del 2022. 

Regioni - Enti locali e loro unioni

Dalla carta alla nuvola

Regioni - Enti locali e loro unioni

Dalla carta alla nuvola

Il progetto si pone l’obiettivo di dematerializzare l’intero patrimonio documentale dei dieci fondi archivistici delle pratiche edilizie dell’Unione e dei 9 Comuni della Bassa Romagna (Alfonsine, Bagnacavallo, Bagnara di Romagna, Conselice, Cotignola, Fusignano, Lugo, Massa Lombarda, Sant’Agata sul Santerno) con la finalità immediata di digitalizzare il servizio di accesso agli atti, certificando il processo e mantenendo dunque la piena efficacia probatoria dei documenti digitalizzati. Procedura che potrebbe, in futuro, dare luogo ad uno scarto documentale (fatta eccezione per i documenti con vincolo storico), nonché aprire alla possibilità di implementare servizi innovativi attraverso l’utilizzo di sistemi di intelligenza artificiale.

Associazioni riconosciute e fondazioni

Start-working Pontremoli

Associazioni riconosciute e fondazioni

Start-working Pontremoli

Il progetto “Start-working Pontremoli” accoglie lavoratori da remoto e nomadi digitali nel borgo medievale toscano di Pontremoli (MS) e in Lunigiana. Il progetto, attivo da ottobre 2020, è promosso dall’omonima Associazione di Promozione Sociale con il patrocinio del Comune di Pontremoli. Alle persone interessate a vivere e lavorare dall’area interna della Lunigiana, i volontari locali offrono una giornata di accoglienza per far conoscere il territorio, un supporto nella ricerca dell’abitazione e animano la community degli smart-worker facendoli sentire “a casa” e condividendone la quotidianità. Dall’avvio del progetto centinaia sono state le richieste ricevute, 66 le persone (internazionali, oltre che italiane) che si sono trasferite a Pontremoli per un periodo minimo di 1 mese; 18 persone sono al momento stabilmente residenti a Pontremoli “a tempo indeterminato”, 6 nuclei famigliari hanno acquistato casa e altri 3 sono intenzionati a farlo.

Regioni - Enti locali e loro unioni

I LIKE PUG PR050

Regioni - Enti locali e loro unioni

I LIKE PUG PR050

I like PUG PR050 vuole essere uno strumento di partecipazione e costruzione del nuovo Piano Urbanistico Generale (PUG). Obiettivo principale è il coinvolgimento della collettività nella piena consapevolezza che il futuro di un territorio non può essere costruito senza la partecipazione attiva dei suoi abitanti, delle attività economiche, del terzo settore e di tutti gli altri soggetti pubblici e privati che lo vivono. Far conoscere alcune aree strategiche che hanno caratterizzato le strategie per la formazione del Piano,  raccontandone la storia e le progettualità future, vuol essere un nuovo modo di conoscere il nostro territorio e condividere opportunità e visioni.

La volontà è quella di portare le persone a visitare i luoghi che saranno maggiormente interessati dalla progettualità di rigenerazione urbana: luoghi non scontati, a volte da riscoprire, e sui quali iniziare a lavorare partendo proprio dalle occasioni di confronto anche con i cittadini.

Regioni - Enti locali e loro unioni

LA NUOVA “ROTTA” DEL COMUNE DI PIACENZA

Regioni - Enti locali e loro unioni

LA NUOVA “ROTTA” DEL COMUNE DI PIACENZA

Introduzione di un nuovo modello organizzativo basato sull’accorpamento di funzioni omogenee, evitando la proliferazione di servizi così da eliminare il rischio della parcellizzazione dei processi.

Rafforzamento del senso di identità comune attraverso il coaching e la formazione alla leadership mediante percorsi formativi articolati su diversi target (dirigenti, EQ, dipendenti) al fine di sviluppare le soft-skills del personale migliorando il benessere organizzativo e, valorizzando la professionalità delle persone , anche attraverso il processo di revisione dei profili professionali e l’elaborazione di un nuovo modello di competenze.

Potenziamento del controllo di gestione con l’istituzione di una Cabina di Regia nell’ottica di ottimizzare la gestione di risorse correlate al PNRR e ai programmi FERS e FSE+.

Società strumentali a partecipazione pubblica

Percorso di sviluppo del ruolo manageriale dei responsabili dei Centri per l’Impiego

Società strumentali a partecipazione pubblica

Percorso di sviluppo del ruolo manageriale dei responsabili dei Centri per l’Impiego

Il progetto ha inteso valorizzare lo sviluppo di una visione manageriale orientata a: una maggiore discrezionalità e proattività; uno sguardo del ruolo manageriale focalizzato sugli elementi di complessità del sistema; l’elemento di valore riconosciuto nel gruppo professionale dei responsabili; il processo di allineamento tra i differenti livelli organizzativi.

Sono state utilizzate due metodologie:

  1. Workshop tematici: con la finalità principale di coniugare l’esperienza e i comportamenti agiti dei partecipanti, all’interno di un quadro di riferimento teorico più generale, che ha supportato nuovi spazi di pensiero e azione nel ruolo;
  2. Laboratorio degli autocasi: un setting formativo volto a promuovere la costruzione di sapere attraverso valorizzazione e riflessione dell’esperienza. Ciascun partecipante ha portato una situazione vissuta come problematica. Il gruppo è diventato “consulente” del portatore del caso, analizzandolo e sintetizzando alcune piste di azione praticabili.
Regioni - Enti locali e loro unioni

Certificazione UNI PdR125:2022

Regioni - Enti locali e loro unioni

Certificazione UNI PdR125:2022

Una serie di ragioni impone agli Enti Locali, di essere d’esempio per il mondo delle imprese e di contribuire in modo trasparente e misurabile ad un percorso finalizzato a sostenere la crescita della popolazione in termini sociali, economici e culturali e la scelta di applicare e far certificare un sistema di gestione conforme alla norma UNI PdR125:2022 sulla Parità di Genere, nasce sia dal desiderio di contribuire al raggiungimento dell’obiettivo numero 5 dell’agenda ONU 2030, sia dal desiderio di dimostrare che la vera libertà passa dalla difesa dei diritti delle donne e dalla lotta contro ogni discriminazione garantendo parità di trattamento salariale, parità di carriera, parità nel rapporto casa-lavoro, parità nel rapporto giovani-anziani. Questa prassi, dalla sua uscita, è stata applicata da quasi 8000 siti di imprese produttive o di servizi. Mancava un comune, mancava cioè che, ad applicare la Parità di genere, fosse chi rappresenta la comunità più da vicino.