…noi trama…voi l’ordito…che bel tessuto

…nessuno nasce con il certificato di garanzia

Abbiamo realizzato un percorso per persone con disabilità visiva, acusica e DSA per la visitabilità (Convenzione ONU 2006) del Centro Studi/Archivio Comunicazione dell’Università(CSAC) con patrimonio di 12 milioni di pezzi, distribuiti in 5 sezioni: Arte, Fotografia, Media, Progetto, Spettacolo.

Lo CSAC è stato trasferito nell’Abbazia di Valserena, ristrutturata e inaugurata nel 2015.

  • Percorso - IPOVISIONE/CECITÀ: pianta tattile del complesso, opuscolo in Braille/in nero, corredato da foto tattili, chiavetta USB audioguida.
  • Percorso - IPOACUSIA/SORDITA’PROFONDA: chiavetta USB videoguida con interprete LIS;
  • Percorso - DSA e disturbi di apprendimento: album con percorso dell’Abbazia, sotto forma di Mappe concettuali, con parole chiave in didascalia delle foto delle stanze e della mostra.

I prodotti dono ai visitatori . Visite guidate mirate a richiesta.

UniLeo4light nazionale ci ha donato una postazione con computer, sintesi vocale, videoingranditore e scanner posizionata nella Biblioteca dell’Abbazia

Soggetti coinvolti: CSAC (Centro Studi/Archivio Comunicazione dell’Università) , ARS CANTO del Teatro Regio - Comune di Parma, ANIMU (Associazione Nazionale Interpreti di Lingua dei Segni Italiana), Associazione SENTO, UICI (Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti), MAC (Movimento Apostolico Ciechi), Associazione Ciechi Cristiani, ENS (Ente Nazionale Sordomuti), AID (associazione Italiana Dislessia)

Vinciamo insieme le sfide per una PA che funzioni meglio! Segnala la tua soluzione!

Menú utente

Statistiche

Numero di soluzioni 1495
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?