[email protected]®

Comunicare in multicanalità fa bene alla Sanità.

Il progetto [email protected]® della Asl di Taranto sfrutta la multicanalità per semplificare l’interazione tra Paziente e Azienda Sanitaria (Empowerment del Cittadino) e ottimizzare differenti processi legati a più aree di intervento:

  • Governo della specialistica
  • CUP via fonia/sms/chat/APPs
  • gestione delle liste di attesa (prenotazioni, disdette)
  • accesso alle prestazioni (recall appuntamenti, check-in)
  • pagamento ticket, oneri e servizi
  • Recupero crediti sanitari – via fonia/sms/APPs
  • Campagne di screening oncologico e vaccinazioni – via fonia/sms/APPs

Il tutto mediante sistemi automatici che associano la multicanalità (voce, app, chatbot, sms) e l’IoT (beacons, sensori, …) in soluzioni di accesso e condivisione delle informazioni, anche integrate al nodo PagoPA.

Obiettivi, destinatari e contesto: 

Obiettivo del progetto è rendere disponibili i servizi sanitari ai cittadini, nelle modalità oggi più attuali e semplici: la fruibilità è garantita, infatti, da smartphone tramite una telefonata automatizzata, un sms o una APP. Il chatbot è in fase di rilascio. Dematerializzazione, Pagamenti Digitali, Empowerment, Digitalizzazione in generale, sono stati i propositi che hanno guidato l’intero programma di lavoro. Destinatari: i 600mila assistiti della Asl di Taranto che, grazie alla digitalizzazione dei processi (recupero crediti, prenotazioni/disdette, campagne screening e vaccinali, ecc.), potranno semplificare e migliorare il proprio stile di vita; gli oltre 4 milioni di abitanti pugliesi a cui verrà esteso il servizio multicanale regionale delle campagne di screening, con il preciso obiettivo di aumentare l’adesione degli aventi diritto e fare così una migliore prevenzione.

Statistiche

Numero di soluzioni 1324
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?