SMART-doc

...oltre la digitalizzazione

Da circa dieci anni il Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione (DLCI) del Ministero dell’Interno ha avviato la dematerializzazione delle domande presentate dai richiedenti agli uffici competenti, per l’accesso alle procedure di concessione della Cittadinanza Italiana, del rilascio del Nulla Osta all’ingresso in Italia per motivazioni varie (accesso al lavoro, ricongiungimento familiare, etc), di riconoscimento della protezione internazionale e di verifica della competenza Italia in tale trattamento (Regolamento Dublino); in tale processo si sono trasformate tutte le domande cartacee in moduli da compilare ed inviare on line, con acquisizione contemporanea dei dati, già verificati e validati sotto il profilo formale e normativo.

Contemporaneamente, anche i documenti da presentare in allegato alle pratiche e/o comunque ottenuti da altre Amministrazioni ed Enti cooperanti nel procedimento amministrativo, sono stati in parte trasformati in immagini o file conservati in archivi specifici, acceduti singolarmente dalla varie applicazioni.

A metà del 2016, nell’ottica, sia di una generale ottimizzazione dell’occupazione di spazio fisico, sia di una complessiva diminuzione delle tipologie di supporti e di modalità di archiviazione, si è avviato il progetto ”SMART-doc – oltre la digitalizzazione” di migrazione di tutta la documentazione allegata alle pratiche gestite verso un nuovo sistema documentale integrato, basato sul Software Alfresco.

Obiettivi, destinatari e contesto: 

Obiettivi: semplificare per il richiedente la creazione delle domande e la gestione della documentazione; evitare o ridurre la creazione di documenti cartacei; ridurre i tempi di trattazione delle pratiche; rendere possibile trasferire qualunque volume di atti digitalizzati da una funzione operativa all’altra, in funzione delle varie emergenze; completare il processo di conservazione digitale; razionalizzare e uniformare l’accesso alla documentazione di supporto, con servizi e API a disposizione di tutte le applicazioni. Destinatari: personale tecnico del DLCI preposto allo sviluppo e manutenzione delle applicazioni e dei dati trattati; utenti delle applicazioni istituzionali, cui viene consentito l’accesso diretto e sicuro ai documenti allegati alle pratiche gestite; richiedenti che inviano le domande on-line che potranno allegare i documenti digitalizzati all’atto del primo invio ed integrare documentazione aggiuntiva, effettuando successivi upload dei documenti

Statistiche

Numero di soluzioni 1042
Opinione più recente un'applicazione... utile?
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?