SHARING CITIES

BUILDING SMART CITIES TOGETHER

Sharing Cities è un progetto europeo finanziato dal programma Horizon 2020 – Smart Cities Lighthouse – che ha l’obiettivo di realizzare un quartiere “smart” a emissioni "quasi" zero, per rispondere alle principali sfide ambientali delle città e migliorare la vita quotidiana dei suoi abitanti.

Nel quartiere di Porta Romana/Chiaravalle saranno implementate misure di: mobilità elettrica condivisa; riqualificazione energetica di edifici pubblici e privati; sistema di gestione dei consumi; lampioni intelligenti; piattaforma di interoperabilità.

Le misure verranno realizzate con la partecipazione dei cittadini in un percorso di co-progettazione (co-design) e con sistemi di incentivazione di comportamenti virtuosi.

Obiettivi, destinatari e contesto: 

10 obiettivi ambiziosi: 1) Aggregare la domanda e implementare soluzioni “intelligenti” per le città 2) Sperimentare modelli di business innovativi condivisi e replicabili in 100 città europee 3) Attrarre nuovi investimenti (500 milioni € in tutte le città partner) 4) Accelerare l’adozione di soluzioni “intelligenti” per le città 5) Creare quartieri modello ad emissioni “quasi” zero 6) Cambiare l’approccio tradizionale di approvvigionamento energetico a favore di fonti locali rinnovabili 7) Promuovere nuovi modelli di mobilità elettrica 8) Coinvolgere i cittadini nella progettazione degli interventi 9) Valorizzare le informazioni degli open data per erogare servizi rispondenti ai reali bisogni dei cittadini 10) Favorire l’innovazione a livello locale per creare nuove imprese e nuove opportunità di lavoro Destinatari: I cittadini e l’amministrazione comunale

Vinciamo insieme le sfide per una PA che funzioni meglio! Segnala la tua soluzione!

Menú utente

Statistiche

Numero di soluzioni 1447
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?