«Seregno: la [email protected] è digitale»

Seregno: la [email protected] è digitale» è un progetto che ha la finalità di arrivare ad una digitalizzazione globale ed equa in tutte le scuole della Città, attraverso la realizzazione di una serie complesse di azioni che tengono in considerazione sia l’utilizzo di strumentazione, quali Lavagne multimediali, Monitor Touch e device, sia l’aspetto della connettività a banda ultra larga, possibile tramite la valorizzazione delle infrastrutture esistente. Il progetto tiene conto in modo prioritario anche della formazione dei docenti e degli aspetti inerenti i pericoli del web.

Obiettivi, destinatari e contesto: 

1 TUTTE LE CLASSI CON LA LIM O MONITOR TOUCH! classi sc. prim. e sec.1 grado,copertura 100%. 2 CABLAGGIO DEGLI EDIFICI statali primo ciclo,copertura 100%. 3 WI-FI NELLE SCUOLE diffusione per l’intero plesso,programmabile. 4 UN TABLET PER OGNI ALUNNO comodato d’uso gratuito a tutti i 1050 studenti. 5 SICUREZZA e INTERNET Per ogni Istituto compr. 6 METROPOLITAN AREA NETWORK(MAN)COMUNE E SCUOLE Utilizzo connettività in F.O.,da 1GB. 7 BANDA IP VELOCE INTERNET UNICA Connessione al web banda IP ultralarga di 300MB. 8 SCUOLA INFANZIA DIGITALE! Cablaggio sc.Infan. 9 DOCENTI DIGITALI Formazione costante dei docenti. 10 SPORTELLO D’ASCOLTO E CYBERBULLISMO Sviluppo progettualità per minori e adulti per utilizzo corretto di strumenti e networks. 11 VOIP Pass. sistema Voice over IP telefono e dati, sia per l’Amm.Com.le che per le scuole di primo ciclo. 12 INNOVAZIONE DIDATTICA Implementazione di strumenti, progettualità e software per migliorare la didattica.

Statistiche

Numero di soluzioni 1042
Opinione più recente un'applicazione... utile?
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?