P.I.P.P.I. Programma di Intervento Per Prevenire l’Istituzionalizzazione

Liberare il potenziale umano dei bambini che vivono in condizione di vulnerabilità familiare e sociale è un’azione di giustizia sociale

Il progetto P.I.P.P.I., ispirato alla resilienza di Pippi Calzelunghe, come metafora della forza dei bambini nell’affrontare le situazioni avverse della vita, riconosce la negligenza parentale e la vulnerabilità familiare come uno spazio di speciale opportunità per mettere in campo interventi orientati alla prevenzione, inscrivendosi all’interno delle linee sviluppate dall’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, per quanto riguarda le azioni in grado di sviluppare una genitorialità positiva (REC 2006/19/UE), così da “rompere il ciclo dello svantaggio sociale” (REC 2013/112/UE). L’obiettivo primario è quello di prevenire le disuguaglianze sociali, aumentando la sicurezza e la resilienza dei bambini tramite il rafforzamento delle competenze genitoriali e delle reti sociali intorno alle famiglie, investendo in modo particolare sulla grande finestra di opportunità rappresentata dai primi mille giorni di vita.

Obiettivi, destinatari e contesto: 

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con il Laboratorio di Ricerca e Intervento in Educazione Familiare dell’Università di Padova, tramite P.I.P.P.I., si pongono a servizio dello stesso bene comune, per: 1) garantire quel complesso di attività formative e di ricerca utile a far crescere la statura del tessuto sociale e ad armonizzare pratiche e metodologie di intervento, orientando il sapere (la ricerca) e le diverse attività formative (la didattica) verso il miglioramento della qualità dei servizi offerta alle famiglie vulnerabili (terza missione) 2) innovare sia la ricerca che la pratica a favore di questo target di famiglie al fine di promuovere l’“investimento” sociale, culturale ed educativo sull’infanzia e prevenire le diverse forme di povertà educativa, negligenza e maltrattamento all’infanzia, dispersione scolastica, problemi di salute mentale, anche al fine di ridurre il rischio di maltrattamento e il conseguente allontanamento dei bambini dal nucleo familiare.

Vinciamo insieme le sfide per una PA che funzioni meglio! Segnala la tua soluzione!

Menú utente

Statistiche

Numero di soluzioni 1447
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?