Giustizia Semplice

Meno Processi Più Mediazione

Il progetto prevede l’affiancamento ai giudici del Tribunale di Firenze di borsisti universitari (dotati di specifiche competente in ambito di mediazione). I borsisti forniranno al giudice tutti gli elementi necessari per un’adeguata valutazione della negoziabilità e mediabilità della lite e una proposta di provvedimento di mediazione. Al termine del periodo di affiancamento sarà predisposto e pubblicato un report relativo all’attività di monitoraggio (ex ante, in itinere ed ex post) dell’intera attività svolta e che comprenderà, oltre alla quantificazione degli effetti prodotti sui tempi della giustizia e sul carico giudiziario, anche una valutazione dell’impatto sociale che l’implementazione dell’intero progetto ha prodotto sul sistema giudiziario nel suo complesso (organizzazione, attori, pratiche sociali). Il report permetterà quindi di valutare l’efficacia del progetto e quindi la replicabilità dello stesso.

Obiettivi, destinatari e contesto: 

Il Progetto Giustizia Semplice mira ai seguenti obiettivi: rendere il cittadino e l’impresa fruitori di un Servizio Giustizia di qualità, ovvero più attento ai reali bisogni di risoluzione delle liti in tempi brevi, a costi contenuti e con soluzioni idonee a soddisfare i reali interessi delle parti in lite; la diffusione della cultura della mediazione come collante sociale; la deflazione del contenzioso giudiziale; l'implementare un sistema informatico per creare degli indici di prevedibilità della mediazione; il progresso delle professioni dedicate al conflitto nella odierna complessità delle relazioni interpersonali, con la valorizzazione delle competenze dell’avvocato; il cambiamento della cultura di tutti gli operatori della Giustizia con l'acquisizione di competenze più specifiche.

Statistiche

Numero di soluzioni 1324
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?