Crowdfunding: Armadietti perfetti per la scuola Ugo Betti

Addio zaino pesante: ti aspetta una dieta dimagrante

Gli alunni delle classi terze della scuola secondaria di primo grado “Ugo Betti” di Fermo hanno elaborato un progetto di crowdfunding, una raccolta fondi destinata all’acquisto di armadietti da collocare nelle aule della scuola per poter contenere il materiale scolastico che gli alunni stessi utilizzano durante le lezioni in classe.

Il progetto, elaborato dai ragazzi stessi, oltre ad avere la finalità di raccogliere fondi, ha avuto una importante valenza didattica, potenziando la capacità dei ragazzi di progettare con responsabilità e in maniera autonoma, di lavorare mettendo in comune le proprie capacità per una causa comune, di utilizzare in maniera positiva un social network.

La realizzazione dell’iniziativa ha avuto un lungo corso, è stato necessario organizzare il lavoro in diverse fasi, dove ogni alunno ha dato il proprio contribuito.

Ogni classe si è occupata di un aspetto specifico e fondamentale: la ricerca di una piattaforma che fosse semplice da gestire e immediata nella comunicazione, la stesura del progetto, con informazioni sulla nostra scuola e sulle varie attività che la contraddistinguono, la traduzione del progetto stesso in inglese e spagnolo per poter arrivare ad un pubblico internazionale, la realizzazione di un video, la ricerca degli “stakeholders”, tutte le persone e enti interessati, con l’obiettivo di creare una vera sinergia tra imprese, cittadini e scuola.

Obiettivi, destinatari e contesto: 

L’obiettivo concreto, raggiunto, è stato raccogliere fondi per l’acquisto degli armadietti da posizionare nei locali della scuola che, nel corso del corrente anno scolastico, è stata trasferita in seguito agli eventi sismici: tale progetto ha consentito agli alunni di arredare i nuovi spazi in base alle loro esigenze. La realizzazione del progetto ha consentito di potenziare le competenze trasversali: la capacità di lavorare in team e risolvere problemi in modo autonomo e responsabile, la collaborazione tra alunni e docenti. La ricerca degli stakeholders ha permesso la conoscenza delle realtà territoriali e la realizzazione di una sinergia tra scuola, famiglie, aziende e istituzioni. L’utilizzo di un social network ha fatto riflettere sulle sue potenzialità e sulla possibilità concreta di un corretto utilizzo. I destinatari: gli alunni della scuola secondaria di primo grado, anche coloro che utilizzeranno gli armadietti in futuro.

Statistiche

Numero di soluzioni 1042
Opinione più recente un'applicazione... utile?
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?