CELLULE DIDATTICHE CAPOVOLTE AUTORIGENERANTI

Il vero apprendimento si manifesta solo se il docente riesce a far toccare con mano le cose da apprendere.

Didatticamente, il testo scolastico per eccellenza è quello modificabile in itinere, è quello che si può ampliare o semplificare o totalmente riscrivere secondo i bisogni dichiarati dagli alunni.

L’obiettivo più nobile della pedagogia: cucire l’abito delle conoscenze e delle competenze su misura per gli alunni. Un testo che si trasforma attraverso la partecipazione degli stessi alunni, i quali possono con le loro ricerche e indicazioni dettarne la struttura e i contenuti.

Non hanno un tempo di adozione, si autorigenerano, anno dopo anno, nei contenuti, nelle immagini, nei testi e nei video.

Obiettivi, destinatari e contesto: 

Creare percorsi di apprendimento che rispondono alle difficoltà degli alunni, attraverso una didattica viva in cui è l’alunno che detta la misura e progetta l’articolazione dei saperi. Sono gli alunni i ricercatori di quel linguaggio e di quei contenuti più comprensibili ai loro livelli di apprendimento. Sono gli alunni a decidere video, testi e immagini. Sono gli alunni a decretare l’ampliamento o la semplificazione dei contenuti. I testi sono strutturati da una infinità di video che soccorrono alle difficoltà degli alunni con un bagaglio lessicale povero e risultano essere strumenti utili per gli alunni diversamente uguali.

Statistiche

Numero di soluzioni 1324
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?